Polignano a Mare è uno dei più famosi gioielli della Puglia, città natia del famoso cantautore Domenico Modugno e ricca di storia e fascino, grazie a meravigliose architetture e paesaggi. 

L'aspetto più caratteristico della città è sicuramente la sua costa alta e frastagliata, ricca di grotte marine e sbocco di numerose lame, che creano insenature e porticcioli naturali. Una di queste profonde insenature, con un forte valore storico e simbolico è quella di "Cala Paura", dove ogni anno, durante la festa del Patrono San Vito, si svolge una processione a mare con lo “zatterone” che trasporta le reliquie del Santo.

1La situazione in cui versava questa parte del territorio non era però adeguata all'uso e all'importanza stessa del luogo per gli abitanti, come si può vedere da questa immagine. Cogliendo l'occasione di un Bando del Gruppo di Azione CostieraG.A.C. - “Mare degli Ulivi” che, nell’ambito di attuazione del Piano di Sviluppo Costiero (P.O. F.E.P. 2007-2013), finanziava azioni mirate a sostenere le infrastrutture e i servizi per la piccola pesca e il turismo nelle piccole comunità, è stato presentato un progetto per il recupero e la riqualificazione ambientale delle aree costiere in località Cala Paura.

L'intervento attuato, opera dell'Architetto Luca Labate, ha riguardato la ristrutturazione della banchina di ormeggio per le piccole imbarcazioni, le aree e i percorsi limitrofi, contestualmente ad un primo intervento di bonifica ambientale per la riqualificazione e messa in sicurezza di tutta l’area a sud-est dell’insenatura di “Cala Paura”,  e  alla salvaguardia e valorizzazione dei caratteri storico-identitari di un’area costiera così di pregio sul litorale adriatico pugliese.  Rispettando le prescrizioni per i “territori costieri” e per il reticolo di connessione della Rete Ecologica Regionale - R.E.R. , previste dal "Piano Paesaggistico Territoriale Regionale - PPTR" , che assicurano la conservazione e valorizzazione del sito, promuovendo un miglioramento della qualità paesaggistica complessiva dell’area.

cala paura3Gli interventi effettuati sono stati diversi, partendo da un consolidamento e riconfigurazione della banchina con calcestruzzo per strutture in zone marine ad interventi di bonifica con la rimozione di superfetazioni edilizie esistenti e completamento di muri di contenimento.

L'intervento però più significativo e utile al fine dell'utilizzo della banchina è stata la messa in opera di un pavimento galleggiante, formato da doghe di legno composito per esterno, resistente ai microorganismi marini, installate con sistema di clips invisibili su magatelli in acciaio con un impianto di illuminazione a pavimento composto da corpi illuminanti a LED, disposti lungo il bordo interno delle aree pavimentate in legno. 

La pavimentazione, affidata da Edilpuglia all'esperienza dei posatori di Gravina Parquet, sarà una piacevole emozione alla vista e al tatto grazie a Greenwood Venice e alle sue doghe in legno composito formato da farina di legno grezzo, derivante da riutilizzo selezionato dell’industria del legno, e da una componente plastica poliolefinica ecologica che ha funzione protettiva ed impermeabilizzante, è quindi un materiale che pur mantenendo il pregio estetico, l’eleganza ed il calore del legno offre notevoli vantaggi propri del materiale plastico. Le pavimentazione installata a Cala Paura fa parte della linea Deck di Greenwood Venice, ed è stata scelta tra le cinque colorazioni a disposizione nella tonalità Miele più naturale e simile ai colori del legno, nella finitura Solarium.

13606464 534983720022391 3029118714027947980 nOltre a restituirla a bagnanti e pescatori, con questa nuova struttura, Greenwood Venice ha restituito Cala Paura a tutti gli abitanti di Polignano a Mare, che hanno già potuto usare questa suggestiva location come spazio per eventi proprio nel corso degli ultimi mesi.

Il 21 giugno 2016, in occasione della "Giornata mondiale dello Yoga" si è tenuta all'alba proprio in questa location una seduta di yoga "open air", che ha riscosso grande interesse e apprezzamento da parte dei partecipanti, tanto è che è stato ripetuto a distanza di un mese.

La suggestiva insenatura e la sua nuova veste sono stati anche scelti come palcoscenico ufficiale per la tappe del 25 giugno del Festival Metropolitano "Bari In Jazz" che ha visto esibirsi artisti del calibro di Paola Turci, con Raffaele Casarano e Mirko Signorile, in una cornice che ha reso sicuramente ancora più magica l'atmosfera. 

Con opportune strutture di supporto e materiali di qualità, come quelli Greenwood Venice, in grado di resistere anche agli agenti atmosferici e all'usura, un tratto costiero frastagliato e in cui l'accesso al mare risultava difficoltoso, è stato invece reso più fruibile ai bagnanti e non solo, fornendo un valore aggiunto e armonizzandosi con il paesaggio circostante.

Fonte: 1

 

Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Clicca i pulsanti qui a fianco per accettare o per saperne di più e disabilitarli.